Blog
08 ottobre 2014

Garantire che una realtà imprenditoriale prosperosa e importante come quella del farmaco omeopatico non venga ulteriormente penalizzata

Con un'interrogazione in Commissione ho chiesto oggi delucidazioni al Ministero della Salute sulle vicende relative alla registrazione dei farmaci omeopatici.

di Redazione

La mancata definizione delle tariffe - il cui aumento spropositato operato nel 2013 dal Governo Monti è stato annullato dal TAR del Lazio - rischia infatti di mettere in crisi un settore produttivo molto importante nel nostro paese. Inoltre, i farmaci omeopatici devono essere molto specifici e quindi inevitabilmente ognuno viene prodotto in quantità limitate: per questo complesse ed onerose modalità di registrazione degli stessi renderebbe impossibile per le aziende sostenere anche i soli costi di produzione, compromettendo la stessa efficacia della medicina omeopatica e causando danni economici ed occupazionali rilevanti. Ho appreso con favore le intenzioni del Governo di trovare una soluzione normativa alla questione. Lavorerò affinché ciò possa avvenire in tempi rapidi e una realtà imprenditoriale prosperosa e importante come quella del farmaco omeopatico non venga ulteriormente penalizzata.

Condividi questo articolo

Correlati

Interrogazione sul diritto alla salute dei minori presenti sul territorio italiano in condizioni di irregolarità


eur.roma.it - Salute, Piazzoni (Sel): "Il Governo risponda all'imminente emergenza sociale"


Antitrust contro Roche e Novartis. Il Ministro della Salute verifichi il ruolo dell'AIFA


Antitrust contro Roche e Novartis. Il Ministro della Salute verifichi il ruolo dell'Aifa