Blog
27 gennaio 2016

Oggi è la Giornata della memoria: 71 anni fa la liberazione del campo di Auschwitz

Nella giornata internazionale della commemorazione delle vittime dell'Olocausto abbiamo il dovere di ricordare l'orrore e le sofferenze subite ingiustamente da milioni di persone. È nostro dovere sensibilizzare le nuove generazioni affinché comprendano l'importanza di battersi quotidianamente contro ogni forma di discriminazione.

di Redazione

"Quel giorno ad Auschwitz è diventato centrale nella mia vita solo quando anche il mondo ha elaborato una coscienza della verità e della vergogna. Nemmeno noi, che abbiamo visto, ci volevamo credere. Ho sperato per anni di riuscire a dimenticare: poi ho capito che sarebbe stato da colpevole, diventare complice. Così, ricordo. Non sono riuscito a comprendere come sia potuto succedere, ma a chi nega l'Olocausto dico: credete a me, che quando ero lì ho cercato di convincermi che non fosse vero". 

Così, ricordo, Yakov Vincenko, soldato dell'Armata rossa, liberatore di Auschwitz

Condividi questo articolo

Correlati

3 Ottobre, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione: ricordare non solo le vittime di quel naufragio, ma tutti i migranti che attraversano il Mediterraneo in cerca della propria salvezza.


Approvata la "Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione", nonostante la solita, vergognosa, propaganda populista


3 dicembre: Giornata Internazionale delle persone con disabilità


Abusi sessuali e violenze: 11 Ottobre, Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze