Blog
08 novembre 2017

Affile, sacrario a Graziani: ​condannato il Sindaco e due Assessori

Il sindaco di Affile Ercole Viri e due assessori, Giampiero Frosoni e Lorenzo Peperoni, sono stati condannati rispettivamente a otto e sei mesi con l'accusa di apologia di Fascismo, in seguito alla realizzazione del sacrario a Rodolfo Graziani, ministro di Salò condannato a 19 anni di carcere per crimini di guerra.

di Redazione

Il monumento – una squallida offesa alla memoria ed a tutti i valori democratici ed antifascisti del nostro territorio - fu realizzato con fondi regionali nel 2012; dopo pochi mesi il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti revocò il finanziamento concesso al Comune laziale dalle precedenti amministrazioni, accusandolo di aver trasformato un semplice ‘monumento al Soldato’ in un omaggio al gerarca fascista.

Non posso che esprimere soddisfazione per una sentenza che, dopo 5 anni, sancisce ancora una volta la contrarietà ad ogni manifestazione fascista, vere minacce per la nostra democrazia e profonde offese verso la nostra memoria storica ed a tutta la Costituzione.

Condividi questo articolo

Correlati

Lazio, Deputati PD: "Bene revoca finanziamento per monumento a Graziani"


Tunisia, 10 ragazzi arrestati con l'assurda accusa di reato di omosessualità


M5S, a Nettuno il Sindaco commemora Salò: hanno le idee confuse sui valori della Repubblica


agenparl.it - Affile: Sel, chiara posizione Governo contro atti che offendono memoria