IN PRIMO PIANO


In primo piano
23 dic 2015

Legge di Stabilità 2016 - Parte 1

Dopo essere stata presentata dal Governo, la Legge di Stabilità 2016 è stata approvata in prima lettura dal Senato ed è quindi arrivata alla Camera dei Deputati che ha apportato ulteriori modifiche. La manovra, che ha appena incassato l'ok definitivo, rafforza e stimola la crescita e il lavoro e indirizza risorse importanti per i poveri, i meno abbienti e per i giovani. Continua


In primo piano
30 nov 2015

Codice degli Appalti

Il provvedimento in esame, di recepimento e attuazione delle direttive comunitarie 23, 24 e 25 del 2014, in materia di appalti pubblici e concessioni rappresenta senza ombra di dubbio un provvedimento di importanza centrale di questa legislatura, per l’importanza e la centralità del settore oggetto di riforma. Un settore, quello delle concessioni e degli appalti pubblici che negli ultimi anni è tristemente assurto agli onori della cronaca per vicende note e poco edificanti, che hanno trovato terreno fertile, oltre che nei comportamenti e nelle azioni illegali dei singoli, anche in un quadro normativo e regolatorio farraginoso, a volte contraddittorio e divenuto al giorno d’oggi mastodontico. Basti pensare alla mole attuale del Codice degli appalti, a cui vanno sommate norme speciali, deroghe, varianti, a volte promananti da fonti di diverso livello. Continua

In primo piano
30 nov 2015

DL Economico-Sociale

Il Decreto Legge 1 ottobre 2015, n.154, recante disposizioni urgenti in materia economico-sociale, è stato convertito in legge lo scorso 4 novembre. Continua


In primo piano
30 nov 2015

Un Paese per Donne e Uomini

Continua

In primo piano
19 ott 2015

La Buona Scuola

Il provvedimento, approvato con modifiche dall’Assemblea della Camera lo scorso 20 maggio e modificato ulteriormente durante l’esame al Senato concluso il 25 giugno 2015, è frutto di un lungo cammino partecipato iniziato il 15 settembre 2014, data in cui il Governo ha aperto una consultazione pubblica sulle linee guida della Buona Scuola. Un confronto che in due mesi ha coinvolto oltre due milioni di italiani in oltre 2.000 incontri aperti in tutto il Paese. Le modifiche più significative rispetto al testo originario hanno riguardato il piano assunzioni, il sistema di valutazione dei dirigenti scolastici, la composizione del comitato di valutazione dei docenti, la valorizzazione del merito per i docenti e l’introduzione di un limite massimo per le erogazioni liberali in denaro alle scuole. Già prima del voto in Senato il provvedimento è stato ampiamente modificato dalla Commissione Cultura della Camera, a seguito di un approfondito esame che aveva coinvolto oltre 90 soggetti istituzionali e sindacali. Le audizioni avevano permesso di mettere a punto emendamenti che hanno cambiato il testo in molti articoli. Continua


In primo piano
19 ott 2015

Nuova legge sulla Cittadinanza

Una forza, non una debolezza. L'integrazione come massima aspirazione: a questo ci si riferisce quando si parla di Riforma della cittadinanza. Non ha niente a che vedere con l'attuale ondata migratoria, ma è rivolta a quella comunità di stranieri che risiede in Italia da tanto tempo, che in Italia ha deciso di lavorare, vivere, crescere una famiglia, partecipando alla vita economica e sociale di questo Paese. E in particolare, il disegno di legge sulla nuova cittadinanza, al quale manca il passaggio al Senato, guarda alle seconde generazioni, ha il chiaro obiettivo di allargare l'abbraccio dell'Italia a quelli che, nella stragrande maggioranza, sono già suoi figli a tutti gli effetti, tranne che formalmente. Continua

In primo piano
19 ott 2015

Riforma della Pubblica Amministrazione

A un anno dall'emanazione del cosiddetto "Decreto PA", la Camera ha approvato in via definitiva la Riforma della Pubblica Amministrazione. Il provvedimento è composto da 23 articoli, in prevalenza deleghe legislative da esercitarsi entro 12 mesi dall'entrata in vigore della legge. Una riforma che non è rivolta unicamente ai 3 milioni di dipendenti pubblici ma a tutti gli italiani. Lo scopo è quello di cambiare, modernizzare e far ripartire il Paese tramite la trasparenza, la competenza, la semplificazione dei processi che riguardano l'amministrazione pubblica e il rapporto di quest'ultima con il cittadino. Continua


In primo piano
24 giu 2015

Nuova Class Action

Questo mese la Camera ha approvato all’unanimità la riforma della “class action”. La proposta di legge, presentata dal Movimento 5 stelle e rivista anche sulla base di un articolato proposto dal Pd (a dimostrazione che non esistono veti a proposte che si ritengono utili per i cittadini) introduce un titolo nel codice di procedura civile dedicato appunto alla nuova azione di classe, attualmente inserita nel codice del consumo. Fra le novità del testo che ora passa all'esame del Senato, la possibilità di aderire all'azione di rivalsa anche dopo il pronunciamento del giudice. La nuova “class action”, una volta approvata definitivamente dal Senato, diventerà più incisiva e sarà consentita a tutti, non solo ai consumatori. Potrà essere intrapresa da tutti coloro che avanzino pretese risarcitorie, anche modeste (oggi lo strumento è riservato sostanzialmente ai consumatori e alle loro associazioni). Sono previsti inoltre incentivi economici all'utilizzo dell'azione, in particolare sostenendo l'attività dei proponenti. Viene definita rispetto al passato più puntualmente la procedura da seguire, introducendo meccanismi che consentono di portare a conclusione l'azione, ed innovata la disciplina del compenso per i difensori, in caso di accoglimento della domanda, riconoscendo loro la cosiddetta “quota lite”. Continua

In primo piano
24 giu 2015

Anticorruzione

Le nuove norme per il contrasto della corruzione Continua