Rassegna Stampa
12 settembre 2017

Rifday.it - Parafarmacie, acque agitate nella Fnpi, si dimettono alcuni referenti regionali

L’attuale politica della Fnpi non persegue la tutela dei farmacisti titolari di sola farmacia, che vivono un’emergenza sindacale reale e concreta. Questa la motivazione che ha indotto alcuni referenti regionali della Fnpi, la Federazione nazionale delle farmacie italiane presieduta da Davide Gullotta, a rassegnare le dimissioni dal loro incarico.

di Redazione

Ne dà comunicazione un comunicato diffuso in tarda mattinata dal Comitato crisi parafarmacie, la sigla costituitasi questa estate per perseguire la soluzione del nodo degli esercizi di vicinato abilitati alla vendita di farmaci con il loro “riassorbimento” nel sistema farmaceutico, così come ipotizzato dall’emendamento al ddl Lorenzin presentato dalle deputate Pd Silvia Fregolent e Ileana Piazzoni. La proposta correttiva, presentata in Commissione Affari sociali alla Camera nel maggio scorso (suscitando già allora molte e vivaci reazione polemiche nel mondo della farmacia), punta appunto a risolvere la cosiddetta “anomalia parafarmacie” attraverso il riassorbimento di questi esercizi, con misure ad hoc (graduatorie stilate su base regionale e incardinate su diversi criteri come pianta organica, distanze, punteggi, titoli, età, parentele, anzianità di esercizio).

Leggi il resto della notizia cliccando qui

Fonte: http://www.rifday.it

Condividi questo articolo

Correlati

3 Ottobre, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione: ricordare non solo le vittime di quel naufragio, ma tutti i migranti che attraversano il Mediterraneo in cerca della propria salvezza.


eur.roma.it - Si faccia chiarezza sull'applicazione della legge che impone la chiusura degli OPG, non è accettabile che si riduca il tutto alla creazione di mini OPG regionali


È legge: il 21 Marzo è la Giornata in memoria delle vittime della mafia


Interrogazione su ridimensionamento dell'organico di Poste Italiane