Rassegna Stampa
10 ottobre 2017

Rifday.it - Marazziti: “Parafarmacie, tempi non maturi per tentare soluzione con ddl Lorenzin”

Roma, 10 ottobre – I tempi non sono maturi, e dunque il ddl Lorenzin non può essere il veicolo per risolvere il nodo tutto italiano prodotto dopo l’istituzione, 11 anni fa, delle parafarmacie, esercizi abilitati alla vendita di alcune classi di farmaci che hanno inevitabilmente finito per produrre “alcune reali confusioni operative che hanno danneggiato sia gli operatori delle farmacie che delle parafarmacie”.

di Redazione

Con questa ammissione, il presidente della Commissione Affari sociali della Camera, Mario Marazziti (nella foto), che ieri – in qualità di relatore – ha avviato la discussione in Aula del disegno di legge su sperimentazione clinica e riordino delle professioni sanitarie che porta il nome della titolare della Salute, ha ufficialmente sancito quel che era già chiaro a tutti e che molti avevano previsto fin da subito: la questione parafarmacie rimane per ora al palo, nonostante il tentativo avviato alla Camera di forzarne la soluzione “approfittando” dell’occasione rappresentata appunto dal ddl Lorenzin. Un’ipotesi che – a seguito degli specifici emendamenti presentati al riguardo, su tutti quelli delle deputate Pd Silvia Fregolent e Ileana Piazzoni – aveva perseguito proprio Marazziti, favorendo anche il confronto tra le parti interessate, che però non ha prodotto gli esiti sperati.

Leggi il resto della notizia cliccando qui

Fonte: www.rifday.it

Condividi questo articolo

Correlati

Rifday.it - Emergenza parafarmacie, nasce comitato anticrisi, l’obiettivo è il riassorbimento


3 Ottobre, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione: ricordare non solo le vittime di quel naufragio, ma tutti i migranti che attraversano il Mediterraneo in cerca della propria salvezza.


Abusi sessuali e violenze: 11 Ottobre, Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze


eur.roma.it - Si faccia chiarezza sull'applicazione della legge che impone la chiusura degli OPG, non è accettabile che si riduca il tutto alla creazione di mini OPG regionali