"Accendi la mente, spegni i pregiudizi": oggi si celebra la Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali.

Sabato 21 Marzo 2015 11

La data non è casuale, essendo quella di uno dei tanti eccidi nati dall'odio razzista. Il 21 marzo 1960 a Sharpeville, in Sudafrica, la polizia uccise infatti 69 persone: uomini, donne e bambini che manifestavano contro l’ennesima tappa del segregazionismo, una legge che obbligava chi aveva la pelle nera a chiedere uno speciale lasciapassare per circolare nelle aree riservate ai bianchi.
Tra le tante lodevoli iniziative che si sono svolte in tutto il mondo durante questa settimana voglio evidenziare il video realizzato da un’agenzia lituana per contrastare gli insulti razziali che vengono diffusi sui social network: in una sala di attesa un extracomunitario – appena giunto in Lituania - chiede alle persone che di volta in volta gli siedono accanto di tradurgli dei post che qualcuno ha pubblicato scrivendo in lituano sulla sua pagina Facebook.
Le loro reazioni, il proprio dispiacere di fronte alle barbare offese rivolte al giovane sono la miglior risposta che si possa dare a tutte quelle forme di discriminazione, intolleranza e razzismo che tanto spesso, purtroppo, anche nel nostro Paese, vengono cinicamente cavalcate dalle forze politiche di estrema destra.

Guarda il video cliccando qui