Politiche sociali

Nuovo servizio telefonico automatico “Stato domanda REI”

Nuovo servizio telefonico automatico “Stato domanda REI”

Conoscere lo stato di avanzamento della domanda del REI diventa più semplice. L’INPS ha rilasciato il nuovo servizio automatico “Stato domanda REI” che consente all’utente di verificare lo stato della sua domanda del Reddito di Inclusione componendo il numero 803 164, gratuito da telefono fisso e il numero 06 164 164 da cellulare. Tutti coloro che hanno presentato domanda per percepire il REI e sono in attesa di ricevere i pagamenti possono contattare il Contact Center INPS ed esprimere, in risposta alla voce registrata dell’agente virtuale che chiede a quale dei servizi l’utente è interessato... ...continua

Reddito di cittadinanza: dove sono le tanto decantate coperture?

Reddito di cittadinanza: dove sono le tanto decantate coperture?

Per 5 anni ci hanno assicurato che le coperture per il Reddito di cittadinanza c'erano, erano queste ed erano fattibili. E allora, perché oggi chiedono al Ministro Tria di trovare le risorse? Non le avevano già trovate loro? ANALISI ART. 20 PDL “REDDITO DI CITTADINANZA” M5S, A. S. 1148 L’articolo 20 del disegno di legge S. 1148 “Istituzione del reddito di cittadinanza nonché delega al Governo per l'introduzione del salario minimo orario” individua la copertura finanziaria necessaria all’attuazione delle disposizioni del provvedimento, per la quale vengono stimati circa 17 miliardi ... ...continua

Il reddito universale di Macron e le bugie a 5 Stelle

Il reddito universale di Macron e le bugie a 5 Stelle

Da molto tempo, ormai, assistiamo a una discussione confusa relativamente a una riforma fondamentale del nostro sistema di welfare: l’introduzione del reddito minimo. Negli ultimi giorni abbiamo raggiunto l’apice, con una sfilza di commenti surreali sul Piano contro la povertà presentato da Macron, che nessuno in Italia pare si sia curato di leggere. Il reddito minimo: perché in Italia non si è mai proceduto a introdurlo? Per spiegare come siamo arrivati a questo punto, è necessario ripercorrere brevemente le vicende di questa particolare misura di welfare: il reddito minimo è presente i... ...continua

Radio Radicale - Intervista ad Ileana Piazzoni sulle politiche attive del lavoro, la povertà e le intenzioni del nuovo Governo

Intervista a Ileana Piazzoni sulle politiche attive del lavoro, la povertà e le intenzioni del nuovo Governo realizzata da Valeria Manieri con Ileana Piazzoni (già deputata, esperta di tematiche di lavoro e welfare, Partito Democratico). L'intervista è stata registrata venerdì 17 agosto 2018 alle 11:15. Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Conte, Decreti, Governo, Lavoro, Politica, Povertà. ...continua

Reddito di inclusione e contrasto alla povertà: registrato il decreto di riparto delle risorse

Reddito di inclusione e contrasto alla povertà: registrato il decreto di riparto delle risorse

Con l’avvenuta registrazione presso la Corte dei Conti si avvicina la data di effettiva disponibilità delle risorse, a carico del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, assegnate tramite il relativo decreto di riparto. Lo rende il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con una nota pubblicata sul proprio portale istituzionale. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso disponibili, sul proprio portale istituzionale, in data 15 giugno 2018, il decreto di riparto del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all'esclusione sociale, che trasfe... ...continua

REI: linee guida dell'Anci ed adempimenti previsti

Al fine di assicurare omogeneità nei criteri di valutazione, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, su proposta del Comitato per la lotta alla povertà, e previa intesa in sede di Conferenza unificata, sono approvate linee guida per la definizione degli strumenti operativi per la valutazione multidimensionale. Leggi il testo cliccando qui ...continua

Va ripensata l'indennità di accompagnamento - Il Sole 24 Ore

Va ripensata l'indennità di accompagnamento - Il Sole 24 Ore

AL PASSO COI TEMPI - Le famiglie devono poter scegliere tra un assegno di cura e un budget vincolato all'acquisto di servizi professionali L’invecchiamento della popolazione porterà con sé nuovi bisogni. Tra questi, i bisogni di cura per quella fase della nostra vita in cui ci possiamo aspettare di dipendere in modo più o meno intenso dagli altri. È il grande tema della non autosufficienza, che ovviamente coinvolge anche forme di disabilità in età non avanzata. L'Italia ha introdotto da tempo un'importante misura per far fronte a tutto questo: l'indennità di accompagnamento, che da sola vale c... ...continua

Il Reddito di Inclusione, prima misura che assicura un sostegno a tutti i cittadini italiani in povertà

Il Reddito di Inclusione, prima misura che assicura un sostegno a tutti i cittadini italiani in povertà

Un articolo apparso oggi sul quotidiano "La Stampa" sancisce senza appello il fallimento del Reddito di Inclusione, etichettandolo come "flop". La causa di questo giudizio sommario non è dovuta a una prima analisi dei dati (che d'altronde, dopo soli due mesi dall'avvio, sarebbe quanto meno prematura) ma verrebbe individuata nella difficoltà di coordinamento tra la misura nazionale e le diverse misure di contrasto alla povertà sorte nel tempo a livello regionale: ciò darebbe vita a una "babele" di interventi non connessi, portando ad inefficienze e sprechi di risorse. Una questione vera, senza ... ...continua

Un nuovo sostegno unico e universale per la famiglia

Un nuovo sostegno unico e universale per la famiglia

#COSEFATTE Nuovi diritti per madri e padri, rafforzamento delle tutele, incremento delle risorse e maggiore chiarezza normativa: sono questi i principali aspetti che hanno riguardato i numerosi interventi a sostegno della genitorialità realizzati in questa legislatura. Sul piano dei diritti: si è messo fine all’odiosa pratica delle dimissioni in bianco, perpetrata soprattutto a scapito delle giovani donne al momento dell’assunzione, in vista di un possibile evento della loro vita (es. gravidanza) considerato negativamente dal datore di lavoro, istituendo una nuova procedura telematica obbligat... ...continua

Continuiamo a rafforzare il nostro sistema di welfare: servizi territoriali più forti e riconoscimento delle professionalità

Continuiamo a rafforzare il nostro sistema di welfare: servizi territoriali più forti e riconoscimento delle professionalità

#COSEFATTE La legislatura appena trascorsa ha rimesso in moto il nostro sistema di welfare, destinando ai servizi territoriali cifre mai stanziate prima. Innanzitutto con la messa in sicurezza dei Fondi per le politiche sociali (Fondo nazionale politiche sociali e Fondo per la non autosufficienza). Il centrodestra del Governo Berlusconi, sostenuto dalla Lega e da tutta la coalizione che oggi si presenta alle elezioni, aveva portato all’azzeramento delle principali fonti di finanziamento a sostegno delle politiche di welfare. In questa legislatura, i Fondi in questione sono stati stabilizzati, ... ...continua