Salvini e Grillo responsabili del clima razzista, gli allarmismi stanno generando episodi di violenza

Mercoledì 22 Ottobre 2014 8

La ragazza guineana insultata e picchiata su un autobus a Roma e la bambina allontanata da scuola a Fiumicino perché con i genitori era appena tornata dall’Uganda, sono episodi che ricordano periodi bui della storia occidentale e che vanno dunque urgentemente sradicati.
Continuare a soffiare sul fuoco della paura per il diverso, alimentando una psicosi collettiva che sta sfociando nella violenza razzista, solo per guadagnare qualche punto in più nei sondaggi, non è accettabile in un paese civile. Salvini con i suoi nuovi alleati dell’ultradestra radicale, così come Grillo e gli esponenti 5 stelle, impegnati in un testa a testa di dichiarazioni false atte a fomentare inutili paure con i pretesti dell'ebola o del terrorismo, hanno piena responsabilità per il clima che si sta diffondendo nelle città italiane.
Si metta la parola fine al più presto a questa escalation allarmista nei confronti del diverso e si ritorni a far prevalere il ragionamento, la solidarietà umana e l’informazione intelligente, prima che sia troppo tardi.