Legge di stabilità, approvate importanti misure per il welfare

Venerdì 18 Dicembre 2015 428

Approda oggi nell'Aula della Camera, dopo un lungo e significativo lavoro delle Commissioni, la Legge di Stabilità. Una manovra espansiva, volta a ridurre la pressione fiscale, rilanciare la crescita e gli investimenti e intervenire su settori fondamentali per la tenuta e lo sviluppo del nostro sistema Paese.

A partire dalla sanità, con apposito programma di stabilizzazioni e assunzioni che consentirà alle Regioni di assumere sino a 6.000 nuovi medici e infermieri, con risorse aggiuntive per le borse di studio per gli specializzandi medici, così come per la formazione specialistica.

Una legge che, grazie anche al lavoro della Commissione Affari Sociali, è estremamente attenta al welfare, impegnando risorse per il settore come si attendeva da anni e grazie alle quali è stato possibile varare importantissime misure: dal contrasto alla povertà ai pensionati; dal sostegno alla disabilità al rinnovo degli ammortizzatori sociali per i contratti precari; dal rilancio del servizio civile al sostegno alla maternità. Si prosegue il cammino intrapreso lo scorso anno con la stabilizzazione del Fondo per le politiche sociali e del Fondo per la non autosufficienza (riportato dal Governo a 400 milioni, stante una previsione originaria inferiore), rafforzando quindi gli ambiti dove più forte è il bisogno.

Una delle novità principali riguarda l'introduzione di misure strutturali di contrasto alla povertà, con attenzione particolare alla povertà minorile e alle famiglie con minori disabili, che vedrà impegnare 600 milioni per il 2016 e oltre 1 miliardo di euro a partire dall'anno successivo. All'interno di queste nuove misure, affiancate dal nuovo Fondo di contrasto alla povertà educativa, è previsto un considerevole aumento dei fondi per gli ammortizzatori sociali per i disoccupati di lunga durata (Asdi).

Molte anche le norme a favore della disabilità, a partire dal finanziamento di 90 milioni di euro del Fondo per il “dopo di noi” (cui, grazie al lavoro del Partito Democratico alla Camera, si aggiungeranno altri 5 milioni per progetti di vita indipendente) che intende garantire una vita dignitosa ai disabili gravi privi di sostegno familiare, o con famiglie sprovviste di mezzi economici sufficienti. Un apposito stanziamento è stato inoltre previsto per la realizzazione di progetti di integrazione dei disabili psichici attraverso lo sport.
Importantissima l'approvazione di un emendamento PD che stanzia 70 milioni di euro per garantire l’assistenza, l’autonomia e la comunicazione personale agli alunni con disabilità (finanziato anche grazie all'aumento della tassazione sul gioco d'azzardo) e riordina l’attribuzione delle competenze relative all'assistenza scolastica, poste, per il futuro, in capo alle Regioni. Sempre in tema di diritto allo studio, la Stabilità prevede l'aumento delle risorse specificamente destinate a tale capitolo che, da 5 milioni, passano a 55, più 10 milioni di euro appositamente stanziati per consentire l'acquisto di libri scolastici a tutte quelle famiglie in difficoltà economica.

È stato finalmente istituito il Fondo per il sostegno alle vittime dell'amianto, destinando 30 milioni di euro nel prossimo triennio al risarcimento dei familiari che hanno perso i loro cari per patologie gravissime contratte sul lavoro.

Grande è stato lo sforzo operato sul sostegno alla maternità, che ha portato al rinnovo, per il 2016, del voucher per l’acquisto di servizi di baby sitting, esteso anche alle lavoratrici autonome e alle giovani imprenditrici e alla ricomprensione del congedo di maternità nel calcolo per il premio di produttività. Apposito stanziamento è stato inoltre destinato al coniuge separato e in stato di bisogno per il mancato pagamento degli alimenti.

Una legge di stabilità attenta, inoltre, ai pensionati, con il varo della VII salvaguardia per altri 32.000 esodati, l’anticipo di un anno dell’estensione della no tax area (sino a 8.000 euro per gli over 75 e sino a 7.750 euro sotto questa soglia d'età) sterilizzando altresì gli effetti della deflazione, la possibilità di rinnovare la sperimentazione "opzione donna" e norme di favore per il trattamento previdenziale dei lavoratori esposti all'amianto.
Grande attenzione è stata rivolta anche ai giovani, con l’aumento di 100 milioni di euro per il servizio civile per il cui svolgimento potranno essere attuati progetti all'interno del programma di riqualificazione urbana delle periferie, ma soprattutto con l’estensione, per i prossimi due anni, del sostegno di disoccupazione per i contratti precari.

Il lavoro del gruppo parlamentare del Partito Democratico ha inoltre consentito una riduzione significativa del taglio delle risorse nei confronti dei patronati, che dai 45 milioni di euro originariamente previsti è sceso a 15. Il ridimensionamento di questo taglio riconosce l'importante ruolo sociale dei patronati, che con la loro presenza capillare svolgono spesso un ruolo di supplenza alle carenze della pubblica amministrazione.

Da ultimo voglio citare le norme a favore della ricerca, con il raddoppio degli stanziamenti per la sperimentazione di terapie innovative per la cura di gravi patologie degenerative.
La Legge di Stabilità che ci accingiamo ad approvare definisce chiaramente gli obiettivi da raggiungere nel 2016, durante il quale sforzi ulteriori dovranno essere messi in campo, ma rappresenta senza dubbio una chiara scelta politica orientata al rilancio del nostro welfare, con significativi stanziamenti e misure innovative che avranno una ricaduta e un impatto concreto a livello territoriale, specie per tutte quelle fasce di popolazione e famiglie che versano in condizione di maggiore bisogno.